grande velocità a imola


Il weekend è cominciato con due sessioni di prove libere caratterizzate da molto traffico in pista ma nonostante ciò Carlo è stato in entrambe il più veloce delle F4, dimostrando confidenza con il circuito e velocità a trovare il limite. Venerdì si sono svolte anche le qualifiche, a cui Carlo ha preso parte solo in parte a causa di un problema elettrico. Ma anche con pochi giri a disposizione il sedicenne è riuscito a far segnare un tempo valido per la pole position F4, pur non potendo esprimere il suo massimo potenziale.
In gara 1 Carlo è scattato dunque davanti ai suoi diretti rivali ma ha perso la leadership nelle fase iniziali di gara a causa di una partenza non ideale. Tuttavia non si è demoralizzato e dopo alcuni giri dietro la safety car ha sfruttato la ripartenza per prendere la scia del pilota che lo precedeva e riprendersi la posizione alla curva del Tamburello concludendo la gara primo. In gara 2, dove l'ordine di partenza è determinato dal secondo miglior tempo di ogni pilota nelle qualifiche, Carlo ha pagato i pochi giri in qualifica e si è dovuto accontentare di partire secondo. Ha però subito recuperato la prima posizione con una partenza aggressiva; i giri successivi sono stati caratterizzati da una lotta a due per la prima posizione con Carlo che si è visto sorpassato alla Tosa prima di riprendersi la leadership. Quando stava per iniziare l'ultimo giro, una vettura con cui Carlo non era in lotta ma a cui era molto vicino ha perso improvvisamente velocità in uscita della Rivazza causando un inevitabile tamponamento che ha fatto perdere la possibilità di una doppietta. Avendo creato un buon gap rispetto agli inseguitori il giovane pilota è riuscito a conservare la seconda posizione. Una fine del weekend non ottimale ma che non nasconde il fatto che Carlo è stato il pilota più veloce per tutto il weekend, dimostrando un grande passo e aggressività nei duelli.