debutto veloce nel tcr italy a monza


Si è concluso a Monza il weekend di debutto per Carlo nel TCR Italy; 32 vetture turismo schierate in griglia e nomi importanti presenti tra gli iscritti. Il 17enne, con la sua Honda di MM Motorsport, è stato l’unico rookie tra tutti i piloti.

Il weekend è cominciato venerdì mattina con la prima sessione di prove libere, terminata in quinta posizione e al primo posto tra le Honda. Al pomeriggio si sono svolte invece le FP2, concluse in prima posizione con una forte dimostrazione di talento e grande velocità, nonostante la poca esperienza rispetto agli altri piloti nelle posizioni migliori. Sabato mattina è arrivato il momento delle qualifiche, dove Carlo ha espresso ancora una volta il suo potenziale finendo in terza posizione, a meno di un decimo dalla Pole Position.

Al pomeriggio si è svolta gara 1 in condizioni imprevedibili: la pioggia ha iniziato a cadere durante il giro di formazione, cogliendo alla sprovvista quasi tutto lo schieramento che montava pneumatici slick. Carlo è partito bene dalla seconda fila, ma è stato bloccato dal pilota davanti a lui che è rimasto fermo nella sua casella. Nelle fasi iniziali di gara il 17enne si è mantenuto nella top 5. Dopo un periodo in regime di Safety Car, Carlo ha cercato di rimanere vicino alla prima parte del gruppo e ha commesso un errore in uscita della Variante Ascari, compiendo un 360 spettacolare senza danneggiare la sua Honda. La gara è stata conclusa appena fuori dalla top 10, a causa delle condizioni difficili e di un setup della vettura non ideale.

Domenica mattina è arrivato il turno di gara 2, questa volta in condizioni di pista asciutta. Carlo è partito dalla terza fila in sesta posizione, seguendo l’ordine della griglia invertita rispetto alle prime otto posizioni della qualifica. Lo spunto è stato ottimo e nel primo giro è riuscito a superare anche la Hyundai di Ceccon. Per il resto della gara però il ritmo non è stato veloce a causa di problemi della vettura e Carlo si è dovuto accontentare di nuovo dell’undicesima posizione dopo una serie di duelli in pista, finendo la gara con la gomma anteriore destra al limite della sua vita.

I risultati delle gare quindi non soddisfano e non riflettono il vero potenziale, ma il pilota è contento del lavoro svolto e della determinazione e aggressività mostrate in pista. Il prossimo appuntamento è a Imola fra solo due settimane, dove Carlo avrà la possibilità di riscattarsi sperando di essere nelle giuste condizioni per mostrare la sua velocità al meglio. Dopo la vittoria dell’anno scorso all’autodromo Enzo e Dino Ferrari si punta in alto, in quella che è inoltre la sua pista preferita tra quelle italiane.